Centinaia di lavoratori senza certezze sul recupero dei loro stipendi non retribuiti da moltissimi mesi

Gent.mo presidente R.Crocetta, Gent.ma assessore N.Scilabra, Gent.ma d.g. A. Corsello,

Premesso che le scriventi organizzazioni si sono sempre battute a spada tratta contro l’illegalità, il malaffare, le ruberie, le mafie, le collusioni, gli imbrogli politico/affaristici denunciando sia alle autorità competenti che all’amministrazione regionale alcuni comportamenti condotti da diversi enti di formazione professionale non in linea con le regole e le leggi vigenti.
L’arrivo alla guida della Regione Sicilia dell’On.le Rosario Crocetta e dell’assessore Nelli Scilabra dell’Assessorato per l’Istruzione e la Formazione, attraverso le loro dichiarazioni programmatiche di rivoluzionare e riformare il comparto della Formazione Professionale Siciliana hanno fatto sperare nei lavoratori e nelle scriventi organizzazioni la risoluzione di moltissimi problemi che attanagliano e mortificano oltre 8000 lavoratori e loro famiglie.
Ad oggi però queste famiglie, che versavano già in una situazione a dir poco scomoda, si trovano senza lavoro a causa della revoca dell’accreditamento a diversi enti di formazione professionale coinvolti in vicende giudiziarie di malaffare.
Questi dipendenti rimangono sempre in attesa di avere notizie in merito agli stipendi di cui erano in attesa, con una media temporale che varia dagli 8 ai 23 mesi.
Considerando, inoltre, l’assoluto silenzio in merito anche da parte degli enti revocati che continuano a non pronunciarsi né sulle tempistiche né sui modi in cui potranno essere retribuiti gli stipendi arretrati, chiediamo alle SS.VV. di volere convocare nel più breve tempo possibile un incontro con le scriventi per discutere ed affrontare la grave situazione che continua ad angosciare e mortificare le centinaia di lavoratori che rappresentiamo.
loghi-vari
A.Si.L.Fo.P.
COBAS Formazione Professionale.
IRRIDUCIBILI della Formazione Professionale.
CUB

Potrebbero interessarti anche...